Nota Biografica

Dario Tuis è nato il 15 ottobre del 1979 a Seregno (MB). Terzo figlio di Sergio Tuis e Renata Dalla Villa. Fratello di Cristina e Omar di 12 e 7 anni più grandi di lui.

Fin da piccolo osservava attentamente il padre dipingere e disegnare i fumetti, memorizzando tutti i suoi gesti da qualche parte nel cervello. Spesso gli capitava di frequentare gallerie, musei e fiere d'arte, o sfogliare riviste e coltivava sempre più il desiderio di dipingere e diventare bravo quanto gli iperrealisti americani che aveva potuto ammirare in più occasioni. Molto presto ha dimostrato di essere portato verso le arti figurative. Ha appreso così dal padre Sergio l’arte del disegno, della tempera e in seguito della pittura a olio. Ha frequentato il liceo artistico Umberto Boccioni di Milano sezione culturale in cui si è diplomato nel 1997. Ha poi iniziato ad aiutare il padre a disegnare i fumetti. Avrebbe voluto iscriversi all'accademia di Brera invece scelse Architettura senza però concludere gli studi. Dovette quindi iniziare a lavorare il prima possibile. Per un po’ a Seregno nello studio Drogo & Franzanti Arch. ass. fino a quando ottenne di abbandonare definitivamente l’università. Era distrutto, aveva l'impressione di aver perso il treno dei fumetti e vedeva l'architettura come un futuro nebuloso. Travolto da queste ed altre considerazioni si rifugiò nella pittura. Non poteva rischiare di gettare al vento il suo talento artistico per qualcosa che non aveva nemmeno concluso. Tutto quello che aveva faticosamente conquistato guardando papà gli appariva lontano. Dipinse a tempo pieno per qualche anno approfondendo con serietà la tecnica dell’olio su tela; nel tentativo di ritornare verso l'iperrealismo a cui si era inizialmente accostato. Però si accorse che era fatica sprecata perchè adesso non si sarebbe accontentato di scimmiottare qualcuno. Le numerose visite ai musei lo avevano persuaso del fatto che riprodurre la fotografia alla perfezione non fosse l'obiettivo principale della pittura. Il quadro deve avere una qualità intrinseca che lo renda anche dipinto a mano e questo non è per forza una semplificazione per l'autore. La difficoltà è non cadere nel banale e forse riuscire a rappresentare anche ciò che non appare allo sguardo. Fa escursione nell'astratto passando per l'analisi delle avanguardie russe giungendo di nuovo al realismo ma, non è mai soddisfatto fino a quando il quadro non lo rappresenta completamente. Ha collaborato in più riprese col padre nelle sue fatiche di disegnatore di fumetti. Finalmente nel 2008, dopo anni di crisi interiore, ha ripreso a lavorare come progettista. Oggi dipinge e progetta.

1997 concorso a tema sacro in Villa Tittoni Traversi di Desio.
2008 personale all'Amandla di Cermenate "castelli d'Europa".
2008 personale al Circolo di Mariano Comense "castelli d'Europa".
2014 collettiva al Circolo Culturale San Giuseppe di Seregno.
2015 collettiva al Circolo Culturale San Giuseppe di Seregno.
2015 collettiva c/o la Galleria Civica Ezio Mariani di Seregno (Artisti F.A.S. 18/12/2015-3/1/2016).

Dario Tuis
via A. Diaz, 16
22072 – Cermenate (Co)
+39 349 532 9526